Nuove regole per il commercio elettronico

Dal 13 giugno scatteranno anche in Italia le nuove regole per il COMMERCIO ELETTRONICO (direttiva europea 2011/83 nata per uniformare il diritto europeo a tal riguardo). Ma di cosa si tratta? Cosa cambierà? Vediamo un po' i dettagli principali della legge (che, ricordiamo, si applica solo a vendite superiori ai 50 euro):

  • L'acquirente avrà più tempo per restituire la merce (14 giorni, dal momento in cui si riceve il prodotto, invece dei 10 attuali);

  • L'acquirente avrà a disposizione ulteriori 14 giorni per rispedire la merce al mittente (scattano dal momento della comunicazione di voler effettuare la restistuzione);

  • Il venditore avrà 14 giorni di tempo (che partono dal momento in cui il cliente avrà comunicato la spedizione del prodotto al mittente) per rimborsare la somma dovuta (attualmente i giorni a disposizione del venditore sono 30);

  • Nel caso in cui il consumatore non riceva tutte le informazioni disponibili, il periodo per esercitare il diritto di recesso si estenderà automaticamente fino a 3 mesi;

  • Il venditore dovrà dichiarare anticipatamente i costi di restituzione del prodotto a carico dell'aquirente (se così non fosse le spese saranno a carico del venditore);

  • Per i contratti a distanza (ossia quelli conclusi al di fuori di un punto commerciale come vendite via telefono o a catalogo) il venditore di un servizio o un prodotto dovrà inviare un contratto da firmare all'acquirente prima di spedire il prodotto o attivare il servizio.

Le sanzioni per i commercianti che non dovessero rispettare questa direttiva vanno dai 5 mila ai 5 milioni di euro.

Commenti

Post popolari in questo blog

Shitstorm? Eh?

Il futuro dei case per pc? Probabilmente una scrivania

Graziano Urbano - Artista "made in Puglia"